Pearson

Imparare sempre

Dossier

magazine # / /

Sociolinguistica. Gioventù creativa

Il lessico utilizzato dai giovani è la dimostrazione di una capacità di giocare con la lingua che ogni generazione utilizza soprattutto per identificarsi e distinguersi. Ecco perché il vero linguaggio giovanile è quasi inafferrabile e sfuma appena lascia i confini del gruppo a cui appartiene. Come racconta Michele Cortelazzo, docente di linguistica italiana all’Università di Padova.

> leggi

magazine # / /

Enigmistica. Parlare è un po’ giocare

I modi per divertirsi con la lingua sono moltissimi, anche se tutti i giochi possono essere raggruppati in poche, semplici categorie. Ciascun tipo di gioco, poi, può essere declinato in infiniti livelli di difficoltà. Compreso il classico cruciverba, che può diventare un percorso a enigmi.

> leggi

magazine # / /

Linguaggio scientifico. Nessuna è come la madre

La possibilità di trasmettere rapidamente i concetti della scienza si può ottenere più facilmente con l’uso di un idioma comune come l’inglese. Ma questa è solo una delle funzioni del linguaggio: la ricchezza di sfumature della propria lingua madre è indispensabile per orientarsi all’interno delle proprie mappe mentali. Ecco perché anche la scienza va studiata in italiano, con cui abbiamo imparato a parlare, spiega una docente universitaria che da anni ha avviato una riflessione su questo tema con i propri studenti.

> leggi

magazine # / /

Italiano. Una lingua sempre più amata

L’italiano all’estero conosce una diffusione sempre maggiore e l’interesse per la nostra lingua è legato soprattutto alla straordinaria cultura di cui è il veicolo. Un’occasione per riscoprire l’importanza dell’italiano all’interno dei confini e ripensare al suo rapporto con le altre lingue del continente.

> leggi

magazine # / /

Tecnologia della comunicazione. La miniera digitale

La lingua ai tempi di Internet sta scoprendo un numero sempre maggiore di modalità espressive, sostiene Gino Roncaglia, docente di informatica applicata alle discipline umanistiche all’Università della Tuscia. Il rischio che si corre, sostiene, non è l’impoverimento del lessico, bensì l’abbandono di forme complesse di ragionamento e di scrittura.

> leggi

magazine # / /

Economia. Tre miti giovanili da sfatare

Siamo di fronte a un passaggio epocale, che però oggi avviene con una velocità molto maggiore rispetto al passato, dice Stefano Zamagni, economista, docente universitario ed ex presidente dell’Agenzia per il terzo settore. Per adattarsi, le nuove generazioni devono cambiare il proprio rapporto con la tecnologia, con le proprie capacità e con la cultura utilitarista.

> leggi